Analisi e bilancio della seduta consiliare del 30 Settembre 2014

Ne parla il vicesindaco Gaetano Scaffidi, che come assessore al bilancio, era direttamente coinvolto nel dibattito in aula, che ha comunque chiamato in causa anche l'assessore alla pubblica istruzione, Carmelo Princiotta, sui punti dei costi della mensa e del trasporto alunni, mentre anche il sindaco, Irene Ricciardello, ha puntualizzato alcuni aspetti sulla questione della mensa.
Oggi dovrebbe essere pubblicato il bando per l'affidamento "privatistico" di quest'importante servizio, infatti solo stamani sono arrivati i prospetti vidimati dall'Asl.
Ma andiamo per ordine. Intanto è stata diretta streaming.
Per la prima volta su un canale diretto dal comune che ha "aperto" un suo spazio su YouTube.
Ci sono stati dei piccoli disguidi tecnici fisiologici ma contiamo nelle prossime sedute di rendere il servizio assolutamente efficiente.
In tal modo dice Gaetano Scaffidi si potranno anche archiviare i documenti video, che rimarranno di proprietà dell'ente,e i cittadini potranno collegarsi fra non molto anche dal nuovo sito istituzionale e comunque - precisa il vicesindaco, cosa fatta anche con un comunicato stampa ieri - le emittenti e i giornali che lo vorranno, anche in diretta, senza limiti né condizionamenti, potranno trasmettere le immagini delle sedute gratuitamente offrendo in tal modo un servizio ai loro lettori ed a noi, che come istituzione, ci teniamo che quanto avvenga al comune sia a conoscenza di tutti.
Tornando ai lavori. Intanto da ieri è ufficiale, Brolo, ha un nuovo segretario comunale, è la dottoressa Carmela Stancampiano.
Il consiglio ha approvato il Servizio Associato di Segreteria tra i Comuni di Brolo, Sinagra e Ficarra, votandone lo schema di convenzione.
Poi è stato votato il Piano Finanziario Tari con la consequenziale approvazione delle tariffe 2014.
L'assessore Scaffidi, puntualizza che è facile fare demagogia, quando si parla di costi che gravano sulle famiglie, ma la scelta di questi tributi, imposti dallo Stato, è stato un atto politico duro e sofferto che la maggioranza e la giunta hanno dovuto assolvere responsabilmente.
L'imposizione di tasse non è mai una cosa piacevole, ma queste sono dovute per i servizi che la cittadinanza riceverà.
Questo è l'impegno che l'amministrazione stipula con i suoi cittadini. Servizi dignitosi, rispettosi, distribuiti su tutto il territorio, equi, certi, efficienti, tempestivi.
In passato dice l'assessore, "e gli uffici me ne danno conferma" le tasse non erano corrispondenti ai costi del servizio.
Questa gestione scellerata ha infatti causato una enorme mole di debiti( e di conseguenza relativi decreti ingiuntivi) accumulati per non aver pagato sia la discarica per il conferimento dei rifiuti sia la ditta che in questi ultimi anni ha effettuato e garantito il servizio di raccolta e spazzamento.
"Una politica malata che non sapeva fare i conti in tasca al Comune, ai tributi, ai cittadini, ma pensava solo ad altri conti".
E' il costo di scelte sbagliate fatte dai precedenti amministratori.
Sul servizio della refezione scolastica e sui chiarimenti relativi alla delibera di giunta aventi ad oggetto assegnazione risorse anno scolastico 2014/2015 l'amministrazione dice subito, ribadendo quanto detto in precedenza, che è una scelta politica quella di affidare a ditte esterne il servizio mensa.
Questo ha detto il sindaco non vuol dire non vigilare - lo faranno gli uffici e lo potranno fare i genitori - in merito alla qualità del cibo e di come verrà preparato.
Ma è una strada che dà la certezza dei costi, senza giri o fatture strane come in passato. E tornando sui costi,l'assessore Princiotta ha affermato, carte alla mano, che sarà un gestione economa, e certamente meno esosa di quanto visto in un recente passato.
Ma "aspettiamo i risultati - dice Carmelo Princiotta – prima di criticare!.

Sul trasporto alunni e studenti urbano ed extraurbano, spiega il sindaco, oggi non possiamo strutturare interventi a sostegno delle famiglie, o anticiparne i costi. Non ci sono disponibilità di cassa.
Sarebbe creare ulteriori "buchi" nelle casse comunali. Avendone la possibilità – si è chiesto - quale amministratore non avrebbe fatto questo regalo alle famiglie del suo paese?

"Ma un'amministrazione seria e responsabile ha il dovere anche di fare scelte impopolari ma di essere assolutamente ragionevole ed oculata sulle proprie scelte, non possiamo oggi anticipare somme che non abbiamo nella nostra disponibilità".

Ultima nota sono relative agli scuolabus. Il servizio è assicurato anche dove la legge non lo prevede. Ci sono innegabili problemi di assestamento – come ogni avvio di anno scolastico - ed anche, prima le entrare e le uscite diversificate – poi l'orario unico che la scuole effettua - per sue logiche incontrastabili - in attesa di applicare il tempo pieno e i rientri pomeridiani, crea disagi all'utenza – studenti, scolari e famiglie - con il paventato sovraffollamento. Ma gli autisti del comune fanno doppie e triple corse per ovviare a ciò, far viaggiare sicuri i ragazzi, assicurare il massimo del servizio.
Sono finiti i tempi in cui gli scuolabus venivano fatti viaggiare con la revisione non superata.

Il Comune a tal riguardo sta studiando l'opportunità di qualificare del personale dotandolo di patente apposita per il trasporto di studenti. Una scelta che prevede tempi tecnici.

"Ci spiace che il Commissario al tempo non valutò opportunamente né l'opzione di di un terzo pulmino né ovviamente e consequenziale quella di un terzo autista...

Una scelta che oggi paghiamo tutti...

Ufficio Stampa