Darsi le regole per un cambio di rotta

Dopo il consiglio comunale di ieri sera a Brolo sei nuovi regolamenti per dare ordine, regola e certezze all'utenza in tema di servizi, contributi e gestione di spazi e sale. Tra questi anche la possibilità di rateizzazione dei tributi comunali, ovviamente anche quelli arretrati, purchè non già a ruolo nelle cartelle esattoriali.

Soddisfatto il vicesindaco Gaetano Scaffidi, assessore ai tributi, soprattutto per quest'ultimo regolamento che permetterà a tutta l'utenza, se lo vorrà, di farsi scaglionare in rate mensili il complessivo debito che ha con il comune di Brolo in relazione ai tributi.

Un regolamento dice l'assessore – trasparente, chiaro, che non ammette discriminazioni. Il cittadino potrà accedere alla possibilittà di rateizzare il debito, pensato per le famiglie meno agite, per evitare esagerate pressioni fiscali in un sol colpo. E' un esempio di amministrazione sociale.

Poi continuando Gaetano Scaffidi sottolinea che "con il voto contrario dell'opposizione, ieri sera in aula, su questo punto, si è evidenziato il distacco tra il paese reale e quello virtuale, quello dove vivono i componenti del gruppo "per Brolo" buoni solo ad ergersi a paladini della gente nei dibattiti pubblici e su facebook ma distanti dalla realtà e dai bisogni dei cittadini. Votar contro è stato un votar contro ai bisogni delle gente, ed è bene che questo i brolesi lo sappiano".

Ed ancora aggiunge.

Nelle prossime sedute il consiglio comunale affronterà e voterà altri regolamenti, tra questi anche quello che sancisce l'erogazione dei contributi alle società sportive, ai gruppi sociali, alle associazioni. Un altro punto importante per la trasparenza, per evitare che accada quello che è successo in passato e che tutti sappiamo bene.

Tra i regolamenti votati ieri sera, oltre quello già detto per la concessione di rateizzazioni di pagamento applicabili ai debiti di natura tributaria da ricordare quello per l'utilizzo di impianti di videosorveglianza; per l'utilizzo dei locali e delle attrezzature della sala multimediale; per le riprese audio e video del Consiglio Comunale e per l'utilizzo del Palatenda di Piazza Annunziatella da parte di Associazioni, gruppi e cittadini.