PREVENIRE LA SORDITA' - Un'altra giornata sulla Salute a Brolo Giovedì 6 luglio, alla Multimediale di Brolo.

A condurla sarà il dottor Fabio Morabito Audioprotesista presso Aerfon Sordità. Lo screening sarà gratuito. E non necessiterà prenotazione. Ritorna un appuntamento atteso in tema di prevenzione. Giovedì 6 luglio il dottor Murabito, specializzato in Tecniche Audioprotesiche si è reso disponibile ad effettuare lo screening gratuito, non solo per gli anziani del comune, in perfetta sinergia con l’ufficio dei servizi sociali e coordinandosi con l’assessore al ramo Marisa Briguglio che ha inserito quest'iniziativa nel progetto "Brolo Salute Bene Comune 2017" Nel mondo oltre mezzo miliardo di persone – una persona su dodici, e la metà di queste in età lavorativa – soffre di problemi dell’udito al punto che il problema diventa “sociale” e di grande rilevanza. Partendo da questo dato l’assessore Briguglio ha voluto allargare - in tema di prevenzione - la fascia d’utenza che potrà usufruire del servizio gratuito rivolgendosi anche alla fascia d'età dai 50 anni in su. Ma per specifiche problematiche, in perfetta sintonia con il professionista, questa potrà essere anche ridotta. Programmata la visita di cinquanta persone, non bisognerà prenotarsi, ma basterà recarsi presso la sala Rita Atria. Tornando al problema. Un calo uditivo può essere tanto graduale da rendere difficile accorgersene sulle prime; tenere controllato l’udito, come si fa con la vista o con i denti, è un’ottima idea. E questo perché sentire bene non solo ci permette di stare bene in mezzo agli altri e di partecipare pienamente alla vita di relazione, ma anche perché la sordità “addormenta”, come evidenziato in recenti studi, una parte del cervello, abbassandone la funzionalità e l’efficienza. La sordità dunque isola diventando da medico anche – appunto come sopra definito – problema sociale. In quest’ottica si inquadra la giornata di prevenzione che l’amministrazione attua, in maniera gratuita, per tutti, a Brolo. Marisa Briguglio, ringraziando l'azienda che curerà l’iniziativa – ha sottolineato l'impegno dell’amministrazione comunale teso a promuovere questo genere di interventi di prevenzione. Nel caso dell'udito poi è necessaria un’attenta prevenzione, perchè il suo calo può avere cause diverse, non solo legate, come spesso si pensa, all’età, ma anche a malattie o a traumi da un lato esiste la perdita d’udito conduttiva, dove esiste un problema di trasmissione del suono all’orecchio interno, e che può essere legata anche ad un semplice accumulo di cerume. D’altro canto esiste anche, talvolta contemporaneamente, la perdita d’udito neurosensoriale o percettiva, che può essere legata all’età come a esposizione a rumori eccessivi, e che vede danneggiate le cellule sensoriali e le fibre nervose dell’orecchio interno… un quadro complesso, che solo un professionista qualificato può identificare per voi, suggerendo le migliori soluzioni.