Brolo, in Consiglio Comunale la relazione annuale del Sindaco Irene Ricciardello.

"Un anno complesso, come del resto lo sono stati anche i precedenti. Ma lo sapevamo e, armati di impegno, grande pazienza ed enorme volontà, andiamo avanti", così il sindaco di Brolo Irene Ricciardello che ha presentato all'aula il documento annuale sull'operato della sua amministrazione. La prima cittadina ha ripercorso durante la seduta di consiglio il lavoro portato avanti e i risultati raggiunti. L'aggiudicazione della gara relativa al piano Aro, grazie a cui, da qualche mese la raccolta dei rifiuti viene effettuata dalla nuova ditta aggiudicataria. E l'avvio dal prossimo 1 luglio della raccolta porta a porta, già attiva in via sperimentale da circa un anno in alcune contrade del comune; il varo del piano cimiteriale grazie a cui è stata possibile la costruzione di circa 120 nuovi loculi cimiteriali (ed a breve si potrà procedere con la realizzazione di nuovi blocchi); la risoluzione del problema inerente le aule dell'istituto alberghiero; gli interventi di manutenzione sugli impianti sportivi, già avviati e culminati col risanamento della palestra comunale. E ancora si è provveduto all'affidamento per la gestione del cinema comunale, dopo la realizzazione di interventi manutentivi; l'acquisto di due nuovi automezzi comunali; "e molto altro", ha affermato Ricciardello "abbiamo fatto e siamo pronti a fare ancora. Perché ogni giorno è una sfida che raccogliamo e rinnoviamo per riportare Brolo ad un livello di sacrosanta NORMALITÀ. Misure e risultati che altrove si considererebbero ovvi, da noi rappresentano qualcosa di straordinario. Lavoriamo per ottenere finanziamenti e per garantire ai cittadini servizi essenziali indipendentemente dai debiti ereditati che, anche quest'anno, ci hanno condotti alla dichiarazione di default. Siamo l'amministrazione del dissesto: è vero! È questo il mantra che ripetono instancabilmente i nostri detrattori. Si lo siamo: siamo quelli che si sono assunti la responsabilità di dichiararlo e di fare chiarezza nei documenti, che è cosa diversa dall'essere quelli che lo hanno determinato. Badate! Noi siamo quelli che vogliono vedere rinascere Brolo. E lo vedremo. Lo stiamo già vedendo". Prosegue il sindaco: "Salute, educazione civica, lotte ideologiche condivise, servizi ai più deboli e priorità ai nostri bambini, realizzazione di eventi che possano portare lustro alla nostra città attirando media e visitatori. Fare questo e altro senza poter attingere da fondi è un'impresa ma averlo fatto dimostra che con la forza delle idee e l'impegno si può volare alto. Le condizioni dell'Ente non ci consentono programmazioni a lunghissima gettata ma proviamo a pensare almeno al breve e medio periodo senza lasciarci intimorire e senza comunque rinunciare alle nostre ambizioni, sia pure quelle macroscopiche. Per questo, da un anno; i nostri uffici tecnici lavorano strenuamente. Infatti il PATTO PER IL SUD ci ha visti assegnatari di ben 4 finanziamenti per oltre 16 milioni di euro. E noi siamo pronti a carpirli per il bene di Brolo investendo ogni risorsa per gli obiettivi comuni e i progetti che sono stati ritenuti valenti. A dimostrazione che il nostro lavoro quotidiano si volge su due fronti: il risanamento di un ente distrutto economicamente, e allo stesso tempo, la programmazione di un futuro migliore per un paese che sia vivibile e sicuro". La sindaca, ha inoltre voluto dedicare la propria riconoscenza ai cittadini: "Un ringraziamento voglio rivolgerlo a nome mio e dell'intera giunta ai brolesi, le associazioni e i collettivi, i professionisti e i liberi cittadini che si spendono in prima persona per fornire il proprio contributo diretto, non dimenticando che il progetto di questa amministrazione, il nostro punto di partenza nonché di arrivo è "RicostruiAmo Brolo" un'iniziativa che coinvolge tutti e si basa sulla coralità di intenti e azioni dell'intera collettività". Brolo, 10 Giugno 2017 Uff. Stampa Comune di Brolo